Quanto rende un impianto fotovoltaico ?

A distanza di anni dagli ultimi incentivi statali conviene ancona installare un impianto fotovoltaico sulla propria abitazione e nella propria impresa ?

La risposta è sicuramente si !

Grazie all’abbassamento dei costi ed il contemporaneo sviluppo della tecnologia con il conseguente incremento della resa degli impianti fotovoltaici, l’installazione di un impianto fotovoltaico è un ottimo investimento economico con un ritorno dell’investimento assicurato.

Un impianto fotovoltaico di 3 Kwpp occupa poco meno di 20 mq e richiede un investimento medio di circa 5000 euro permettendo ad una famiglia con un consumo giornaliero da 10 a 15 Kwh di rientrare dalla spesa in pochi anni grazie all’abbattimento dei costi.

Incentivi e detrazioni

con il risparmio sui costi per la fornitura elettrica ed ai residui incentivi statali in forma di detrazioni fiscali che permettono di scaricare il 50% del costo dalla dichiarazione dei redditi si può recuperare il costo tra i 4 e i 5 anni,

Ulteriori economie possono venire dalla conversione degli impianti per il riscaldamento domestico e dell’acqua sanitaria in elettrico eliminando i costi per l’utenza del gas.

Per capire il sistema d’incentivi che si possono ottenere con l’attuale regime di Scambio sul posto, bisogna considerare che il maggior risparmio si ottiene con l’autoconsumo dell’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico.

Come paga il GSE?

La quota energia non immediatamente consumata viene immessa in rete dall’utente viene pagata tramite bonifico dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) con 2 acconti semestrali:

  • 15 giugno primo acconto;
  • 15 novembre secondo acconto;
  • 30 giugno anno successivo conguaglio;

Andando sullo specifico considerando il costo dell’energia a circa 22 centesimi per kilowattora comprensivo di tasse ed accise, il rimborso del GSE per lo scambio sul posto sarà pari alla sola quota energia pari a circa 10 centesimi a kilowattora più una parte dei costi circa 12 centesimi in tutto.

Recupero investimento

Considerando che il costo di un impianto fotovoltaico da 3 Kwpp parte da 4000 euro salendo anche in base alla qualità dei pannelli che a parità d’ingombro hanno una produzione che può variare dai 280 ai 400 watt, si capisce quindi che è importante dimensionare l’impianto in base ai propri consumi e cercare di concentrare i consumi nella fascia di produzione solare per ottenere il massimo benefici, in base al consumo di energia dall’impianto fotovoltaico si potrà recuperare il costo già in 4 anni fino ad un massimo di 6 anni, calcolando un consumo annuale di circa 4300 watt con una quota di autoconsumo intorno al 40% si potrà recuperare il costo in circa 5 anni.

Calcolo costi e ricavi

Per fare una previsione di costi e ricavi bisogna tenere in considerazione alcuni dati come il consumo medio giornaliero che si può ricavare dalla fattura elettrica e il costo dell’impianto in base ai quali si potrà dimensionare l’impianto per la miglior resa economica, una variabile importante è l’analisi delle esigenze di utilizzo dell’energia nelle ore diurne e notturne e dal tipo di elettrodomestici utilizzati, chiaramente per ottenere la massima resa si dovrebbe utilizzare il più possibile l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico preferendola ad esempio al gas.

Quanto rende?

Se prendiamo ad esempio un impianto da 3 Kwpp costato 4600 euro ed un consumo annuale di 4500 Kwh avremo un rendimento della produzione annuo di circa 750 euro ai quali si dovranno sommare 230 euro di detrazione fiscale pari al 50% del costo dell’impianto per i primi 10 anni, vediamo che si può recuperare l’investimento iniziale in meno di 5 anni e guadagnare 16000 euro nel periodo di piena produzione dell’impianto stimato in 25 anni.