Self Check-in e risparmio energetico per b&b

Uno dei problemi che si evidenziano fin dall’inizio dell’attività per i proprietari ed i gestori di strutture ricettive è la gestione del check-in per gli ospiti ed allo stesso tempo gestire i consumi, non è raro che a causa di ritardi nei trasporti o banali errori di calcolo gli ospiti attesi per un dato orario arrivino in ritardo costringendo l’host a lunghe attese o a levatacce notturne o vedersi recapitare bollette esagerate a causa di ospiti che non spengono i condizionatori quando escono di casa, a questo scopo è necessario un valido sistema di self check-in e risparmio energetico.

Le soluzioni adottate per il self check-in sono tra le più varie iniziando dalle casseforti per le chiavi o le più tecnologiche serrature a combinazione, la prima offre una grande economicità e facilità di utilizzo infatti per il self check-in basta comunicare il codice all’ospite che potrà accedere in autonomia ai locali dell’host, la seconda più tecnologica prevede un codice da digitare su una tastiera posta nei pressi dell’ingresso per ottenere l’apertura del varco. I problemi di queste soluzioni sono diversi ad iniziare dalla comunicazione con l’host ad iniziare dalla lingua e dalla competenza pratica dell’ospite ma resta il problema maggiore che è la sicurezza della struttura in quanto per mantenerne elevato il livello bisognerebbe cambiare il codice spessissimo e nel caso di questi dispositivi economici non è un’operazione facile e immediata, infatti mantenendo lo stesso codice nel tempo può essere facilmente violato, ultimo ma non meno importante è la questione della gestione del risparmio energetico.

Anche in questo caso la tecnologia può essere di grande aiuto, su sollecitazione dei nostri clienti e grazie alla conoscenza dei prodotti presenti sul mercato abbiamo sviluppato un sistema di controllo e sicurezza gestito da una centrale antifurto che permette la gestione di tutte le problematiche collegate al self check-in e risparmio energetico, la centrale d’antifurto connessa permette di monitorare tutte le attività della casa a partire delle temperature interna ed esterna e con gli opportuni sensori intrusione, allarme fumo e controllo dei carichi elettrici.

Dal controllo dei sensori installati possiamo ottenere determinate azioni automatiche o manuali, dalle più elementari come generare un allarme in caso di violazione o incendio alle più sofisticate come ottenere che quando si esce di casa si spengano tutti i carichi o che determinati carichi vengano spenti in automatico quando il consumo diventa eccessivo.

Nel caso in oggetto per il self check-in la base impianto prevede una centrale antifurto KSenia dotata di comando delle serrature, quando l’ospite sarà davanti alla porta l’host potrà comodamente aprirla con l’applicazione dal suo smartphone. Una volta installata la centrale questa si potrà espandere aggiungendo tutti i sensori che riterremo necessari, l’impianto si potrà espandere con un sistema di controllo accessi con card RFID ed una tasca per la card che comandi l’accensione e lo spegnimento dei carichi, programmando per ognuno di questi il comportamento desiderato, nel caso di un sensore di fumo questo dovrà generare un allarme con notifiche immediate possibilmente corredate dall’immagine delle telecamere di sorveglianza viceversa nel caso di un controllo carichi potremmo chiedere alla centrale di spegnere i carichi non indispensabili come lo scaldabagno quando si usa il forno o un fon per evitare distacchi indesiderati.

interruttore

Come si vede la tecnologia se ben utilizzata può venirci incontro rendendo più semplici e sicure le operazioni di cui abbiamo bisogno nello svolgimento delle nostre attività quotidiane, noi di Fareimpianti siamo disponibili per fornire su richiesta del cliente preventivi chiari e dettagliati con sopralluoghi e consulenze gratuite e senza impegno.

Video player per insegne e info channel

Da oggi è disponibile il nostro nuovo video player per la realizzazione di insegne e info panel, può essere usato in tutti i casi in cui si voglia creare un sistema informativo d’impatto per la comunicazione con il cliente o il semplice passante.

Un piccolo micro controllore con uscita Full HD provvederà a mandare i nostri video nella sequenza che avremo preparato basterà caricarli su una chiavetta USB che una volta inserita sul nostro dispositivo li farà andare di continuo sul nostro sistema che potrà essere un singolo monitor nel caso di un bar o su decine di monitor contemporaneamente.

Schermi:

  • singolo monitor collegato direttamente con un cavo HDMI per un bar o un piccolo ristorante
  • più monitor attraverso uno switch HDMI nel caso di locali più grandi
  • canalizzato nella distribuzione TV come info channel per alberghi e strutture ricettive

Modi di utilizzo:

  • può essere utilizzato per creare un canale con tutte le informazioni per gli ospiti nelle strutture ricettive
  • Nei locali può essere utilizzato per pubblicizzare prodotti o le proprie specialità
  • insegne digitali
  • l’unico limite per l’utilizzo è la creazione dei contenuti da veicolare

Formati supportati:

  • supporta i formati video più diffusi come .avi, .mov, .mkv, .mp4, o .m4v con risoluzioni da 720p e 1080p

Per informazioni e preventivi personalizzati inviate una mail a info@fareimpianti.it o chiamate lo 0931468050

 

Servizio di gestione bike sharing

VecchieStazioniQuando il Comune di Siracusa ci ha contattato per chiederci se fosse stato possibile rimettere in funzione le ciclo stazioni del bike sharing, la prima reazione è stata d’incredulità mista al timore di non essere all’altezza. Abbiamo comunque accettato la sfida con entusiasmo mettendoci subito al lavoro per cercare di trovare una soluzione tecnica innovativa ed allo stesso tempo solida che potesse dare un servizio efficiente con costi contenuti.

Per la progettazione della nuova piattaforma di gestione del bike sharing, siamo partiti da alcuni punti fermi, primo tra tutti il riutilizzo della struttura di aggancio (colonnine) senza modifiche visto che si è rivelata robusta, il mantenimento della compatibilità con le biciclette già in possesso dell’amministrazione comunale ed il massimo recupero degli investimenti precedenti riutilizzando il patrimonio di biciclette e ciclo stazioni. Detto questo, abbiamo eliminato tutta l’elettronica concepita con collegamenti dedicati m2m  che, seppur basata su una tecnologia di qualità che prevedeva un sistema di gestione all’avanguardia, per i tempi in cui fu concepito era ormai obsoleto ed inevitabilmente creava colli di bottiglia con conseguenti ritardi di comunicazione e disservizi nell’erogazione della prestazione.

Grazie alla disponibilità sul mercato di microcontrollori programmabili, abbiamo realizzato un sistema di gestione basato su schede di controllo installate sulle singole colonnine che dialogano tra loro e con il server attraverso la rete internet in modo paritario (peer to peer), avendo come unico collo di bottiglia il canale di comunicazione, ma comunicando via internet, la rete delle reti, difficilmente avremo problemi di congestionamento. In questo modo avremo un’intera stazione fuori uso solo se cade la connessione ad internet, in pratica sarà possibile installare una singola colonnina ovunque collegandola ad internet oltre che alla rete elettrica.

In aggiunta abbiamo progettato una pensilina solare che eviterà l’allaccio alla rete elettrica per cui sarà possibile utilizzare una versione autonoma con pensiline dotate di pannelli fotovoltaici.

Sistema di riconoscimento

ColonninaUn problema che abbiamo affrontato è stata la scelta del sistema di riconoscimento dell’utente per cui, guardando alle realtà più importanti nel settore del bike sharing, tra le possibilità che abbiamo valutato elenchiamo:

  • una app per lo smartphone
  • card personale
  • scontrino con codice qr

Dopo un’attenta valutazione abbiamo optato per la card magnetica, accantonando le altre soluzioni per un’ulteriore evoluzione futura. Primo motivo della scelta tra tutti c’è l’inevitabile selezione causata dalla diversa predisposizione all’uso della tecnologia degli utenti, secondo e più importante la gestione dei pagamenti. Un sistema di prelievo evoluto dovrebbe prevedere un metodo di pagamento elettronico, possibilmente con carta di credito, attualmente non supportato dagli uffici comunali. La scelta migliore a nostro avviso è di mantenere il sistema a tessera elettronica di prossimità che consente all’utente registrato di ritirare la bicicletta, dopo il riconoscimento della propria Card tramite un lettore.

La scelta del sistema è fondata su alcuni punti di forza come maggior semplicità di utilizzo, maggior sicurezza contro furti e vandalismi, elevata flessibilità di presa e rilascio delle bici e nella gestione delle tariffe. Ulteriori evoluzioni possibili sono la possibilità di utilizzare le card per diversi servizi come il trasporto pubblico o la visita di monumenti con offerte diversificate in base alle diverse tipologie di utenti.

Funzioni per gli utenti disponibili on line

SiracusaInBiciIl cuore del sistema di controllo è il sito web www.siracusainbici.it consultando il quale chiunque potrà accedere all’ubicazione dei parcheggi con disponibilità in tempo reale di biciclette e colonnine libere, elenco dei rivenditori con la relativa ubicazione e visualizzazione della disponibilità in tempo reale di card per gli utenti con diversi livelli di controllo diversificati in base alle credenziali di accesso degli utenti:

  • nessun accesso – controllo della disponibilità di bici e di parcheggi liberi nelle stazioni in tempo reale, informazione sui rivenditori con disponibilità delle card in tempo reale, registrazione creazione profilo
  • accesso utente – controllo credito e scadenza delle card
  • accesso rivenditore – vendita e ricarica card, stampa report vendite
  • accesso manutentore – segnalazione fuori servizio in tempo reale, controllo attivazione e disattivazione delle stazioni e delle singole colonnine
  • accesso gestore – carico delle card in magazzino e trasferimento al magazzino dei rivenditori, riepilogo vendite

Tariffe utenti

Il sistema del bike sharing prevede una premialità per l’incentivazione dell’utilizzo della bici come mezzo di trasporto sostenibile piuttosto che per lo svago, per questo il sistema di tariffazione prevede la prima mezz’ora d’uso gratuita per premiare gli spostamenti tra stazioni. In passato gli scatti successivi alla prima mezz’ora erano calcolati in ore: 1 euro per la prima e 2 euro per le seguenti anticipati anche per frazioni. Oggi, in occasione del rifacimento di tutta la piattaforma di gestione in accordo con i dirigenti comunali di Siracusa, si è preferito semplificarlo ed allo stesso tempo ammorbidirlo con scatti di 50 centesimi per ogni mezz’ora dopo la prima.

Offerta e costi

Il nostro sistema di gestione può essere utilizzato sia per il recupero delle stazioni preesistenti come è stato fatto nel nostro Comune di Siracusa o su nuove stazioni costruite da noi su specifiche del committente e sarà fornito a fronte di un canone mensile onnicomprensivo di fornitura e manutenzione di quanto richiesto e quindi di colonnine, delle schede di controllo e software per la gestione del sistema. Oltre l’assistenza per i guasti sono compresi gli aggiornamenti software e di elettronica che si renderanno necessari per il miglioramento della funzionalità.

Servizi aggiuntivi

Oltre alla gestione del servizio di bike sharing potremo effettuare la fornitura di ulteriori servizi aggiuntivi per integrare la funzionalità e la sicurezza delle ciclo stazioni:

  • Connettività internet;
  • Servizio di Video Sorveglianza;
  • Alimentazione solare con pensiline fotovoltaiche;